Confrontando i costi dei Tipi di Commercio

Oltre al commercio tradizionale, ci sono diverse altre forme di commercio che possono essere utilizzate da coloro che desiderano guadagnare profitti tramite i mercati. Commercio CFD , spread betting, commercio¬† Forex e commercio delle opzioni binarie, essi compongono questi metodi di commercio “alternativi”. Ognuno ha un costo associato e questo costo pu? variare notevolmente. E’ importante per tutti conoscere il costo di commercio¬† quando si considera uno di questi strumenti finanziari.

cfd-trader

Il costo del commercio CFD pu? variare un po’ e pu? anche essere considerato complicato in quanto pu? variare a seconda del tipo di attivit?. Le azioni richiedono una commissione da pagare. Se le azioni vengono acquistate, ci sar? anche una tassa di finanziamento. In genere, una commissione dello 0,1% dovr? essere pagata sulla differenza tra l’importo che ? stato pagato per investire e l’importo che ? stato ricevuto per l’investimento.

I commerci CFD che sono autorizzati a continuare durante la notte saranno soggetti ad un costo finanziario sulla base del fatto che il denaro ? stato “preso in prestito” per la negoziazione. Molti mediatori CFD stanno pubblicizzando il commercio senza commissioni. Tuttavia, vi sono ancora i costi. Essi si presentano sotto forma di costi che sono inclusi nello spread. Ci potrebbero anche essere costi nascosti da affrontare, questo varia a seconda del mediatore. Chiaramente, il costo del commercio CFD pu? essere aggiunto rapidamente. Si deve tener conto di questi costi, in quanto riducono i profitti che vengono guadagnati, oppure causano perdite ancora peggiori.

Lo Spread Betting non richiede nessuna commissione da pagare. Il costo ? invece contenuto nella scommessa. La differenza tra il prezzo di acquisto e di vendita determina l’importo che coster? al commercio. Ampie differenze aumentano il costo di ogni commercio. Un prezzo fisso ? spesso incluso per consentire al mediatore di soddisfare il margine di profitto.

Anche le spese finanziarie sono una parte dello spread betting quando le posizioni vengono lasciate aperte durante la notte. Il costo finanziario pu? essere basato o sul valore intero dell’investimento, oppure tra la differenza fra il prezzo di acquisto o di vendita. Il costo finanziario medio ? compreso tra il 2% al 3,5% ed esso sar? aggiunto ogni giorno a cui la scommessa spread sar? permesso di ribaltarsi. Come con il commercio CFD , questo ? il costo del denaro “preso in prestito” per il commercio e questi costi possono ridurre notevolmente gli importi del profitto.

Investire in modo Forex ? spesso esente da commissioni, con l’eccezione di un paio di mediatori. Coloro che non fanno pagare una commissione sulle compravendite guadagnano soldi dai commercianti ponendo commissioni sullo spread. La differenza di prezzo del bid/ask sar? l’importo che costituisce il costo per il commerciante ed ? ci? che permette ai mediatori forex di non pagare le commissioni. Questo costo viene addebitato solo una volta, normalmente nel momento dell’acquisto della transazione.

Un altro costo potenziale associato con il commercio forex ? il costo finanziario. Queste spese sono qualcosa a cui il commerciante di opzioni digitali non dovr? pensare. Quando il denaro ? preso in prestito per la negoziazione, un costo finanziario verr? addebitato in base ad ogni giorno in cui la negoziazione rimarr? in posizione aperta. Anche se le spese finanziarie sono generalmente basse, possono comunque aumentare rapidamente in attesa che il valore forex raggiunga un punto che permetta un profitto decente.

Nelle opzioni di commercio online non ci sono commissioni o costi finanziari. Invece, il mediatore guadagna soldi solo per gli acquisti che finiscono out-of-the-money. Questo ammontare sar? comunque determinato dal commerciante dal momento che non potr? mai eccedere l’ammontare investito. Nel commercio digitale non c’? nessuno spread, il commerciante dovr? solamente fare una speculazione sul fatto che il prezzo sar? al di sopra o al di sotto di un certo punto al termine del periodo di commercio.

Le compravendite binarie rimangono aperte solo per un limitato periodo di tempo. Questo tempo potrebbe essere corto quanto un minuto o lungo quanto un mese. Il commerciante pu? scegliere questo lasso temporale. Al termine di questo periodo di compravendita il commerciante avr? o guadagnato oppure perso un determinato ammontare di soldi. Non ci sono ?emorragie? dei profitti, e non c’? nemmeno il potenziale di perdere quantit? in eccesso rispetto all’ammontare investito e determinato dal commerciante.

Anche le percentuali del profitto vengono stabilite in precedenza, quindi il commerciante sar? sempre consapevole di quanto egli potrebbe guadagnare. Con una trasparenza totale e nessuna commissione o calcoli necessari, commerciare opzioni online presenta un quadro molto chiaro di ci? che il profitto o la perdita saranno. Questo non cambia mai e non ci sono eccezioni.

Indipendentemente dallo strumento finanziario utilizzato, i mediatori sono in business al fine di guadagnare soldi. Alcuni costi sono fissi mentre altri possono cambiare. Il commerciante ha la possibilit? di controllare questi costi in molti modi dal momento che il commercio delle opzioni digitali offrono il maggior livello di controllo. Commerciare al di fuori dei mercati tradizionali potrebbe essere estremamente redditizio. Tuttavia, i costi del commercio devono essere presi in considerazione quando si fanno decisioni riguardo a che strumento finanziario utilizzare per commerciare.

top-option-offer

Leave a Reply